Servizi alle persone

Consulenza nell’ambito dei disturbi da costrittività organizzativa,
come il mobbing e lo stress lavorativo.
Valutazione psichiatrica e psicologica.
Redazione perizie e assistenza medico-legale.

Servizi alle aziende
Valutazione, Gestione e Prevenzione del Rischio Psicosociale
Interventi strutturali pianificati lungo un arco temporale sufficientemente lungo (2 mesi/1 anno), al fine di poter incidere in misura rilevante sul clima organizzativo per una più efficace gestione delle risorse umane.

Chiama ora

Uno staff di esperti, valutato il contesto lavorativo e il rischio psicosociale, attraverso la somministrazione di test, sarà in grado di avviare il percorso più ideoneo, atto a modificare e migliorare il clima organizzativo e a ridurre le potenziali fonti di tensione.
Servizi e valutazione per le grandi e medie aziende, pubbliche e private.
Supporto e assistenza alle singole persone che si ritengano danneggiate a livello psicologico in ambienti lavorativi.

LO STRESS LAVORATIVO

incide sul benessere e sulla sicurezza dell’individuo e rappresenta una minaccia per le aziende e per l’economia.
L’individuo stressato commette maggiori errori professionali, rende di meno, è più vulnerabile allo sviluppo di patologie fisiche o psichiche, è più esposto al rischio di infortunio lavorativo, può assumere stili di vita disfunzionali (fumo di sigarette, gambling...)..
Di qui la necessità di occuparsi del benessere dell’individuo sul luogo di lavoro aiutandolo a sviluppare fattori di resilienza che riducono la sua vulnerabilità allo stress.
D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 (D.Lgs 106/2009). Art. 2, comma 1, lettera o: << salute >>: stato di completo benessere fisico, mentale e sociale, non consistente solo in un’assenza di malattia o infermità.
ART. 32 COSTITUZIONE ITALIANA: Il bene della salute costituisce oggetto di autonomo diritto primario assoluto.

TEST

TAE, test valutazione abilità emotive; TSP, test valutazione soddisfazione professionale
Stress da lavoro? Come lo affronti? Quali le emozioni? Quanta l'insoddisfazione? Quale la qualità della vita?
Fai i test e inserisci la tua mail
per avere informazioni, consigli, supporto ... vai ai test

OBIETTIVO

Lavorare sugli aspetti positivi della personalità:

  • essere contenti e soddisfatti di se stessi, sapersi rilassare
  • accettare i propri difetti
  • risolvere i problemi senza disperdere eccessive energie
  • organizzare al meglio la propria vita e avere il controllo degli impegni assunti
  • avere fiducia in se stessi ed essere autonomi
  • riconoscere e gestire le emozioni
  • essere assertivi, intraprendenti e decisi
  • sognare ad occhi aperti e progettare il futuro
  • mantenere la calma e avere coraggio in situazioni difficili
  • essere innovativi, positivi, creativi
  • investire tempo nello studio per rafforzare le proprie conoscenze
  • imparare a dare il meglio di sé anche di fronte agli imprevisti
  • favorire il confronto costruttivo con gli altri
  • gestire i momenti di crisi conservando uno spirito di speranza nella progettualità futura

COME RAGGIUNGERE L'OBIETTIVO?

Il modello del fitness cognitivo-emotivo mira ad aiutare l’individuo ad affinare la capacità di operare scelte adeguate a sostenere il proprio benessere psicofisico grazie a un allenamento costante dei processi mentali, sia cognitivi che emotivi.
E’ oggi ampiamente dimostrato dal punto di vista scientifico che le capacità cognitive ed emotive dell’individuo non diminuiscono con l’età ma che, se opportunamente sottoposte ad allenamento, garantiscono prestazioni più efficaci e maggiore vitalità.

IL FITNESS COGNITIVO-EMOTIVO

La personalità è semplicemente il modo usuale con cui si agisce e reagisce nei confronti della vita, è il proprio modo di essere e di relazionarsi agli altri, nella specificità dei contesti in cui si vive. La personalità è l'espressione dinamica del nostro Io, per cui una buona personalità riflette la forza dell'Io e il suo equilibrio. Il problema fondamentale è quindi quello di rafforzare l'Io, l'autonomia del soggetto e la sua capacità di rapportarsi a se stesso e agli altri con coerenza ed efficacia (autostima) ... continua







imparare a gestire lo stress

imparare a rilassarsi

BURN - OUT

La sindrome del burn-out è un processo multifattoriale che si presenta come l’epilogo di vicende psicologiche individuali, lavorative, sociali e familiari; è pertanto un fenomeno complesso che si presta all’analisi da parte di più specialisti con competenze diverse.
La burocrazia, il lavorare in strutture amministrative mal gestite, la scarsa retribuzione, il sovraccarico lavorativo, l’esercitare l’attività professionale in branche della medicina non affini ai propri interessi ... continua

STRESS DA LAVORO

è una situazione di prolungata tensione che può ridurre l’efficienza sul lavoro e determinare un cattivo stato di salute. Potenzialmente può colpire in qualunque luogo di lavoro e qualunque lavoratore, a prescindere dalle dimensioni dell’azienda, dal campo di attività e dal tipo di contratto.
I NUMERI
OBBLIGHI GIURIDICI
COME INTERVENIRE
TIMING ... continua

SUPERLAVORO E DEPRESSIONE

Quando le ore di lavoro aumentano, il rischio è, oltre a quello di commettere facilmente errori, quello di cadere in depressione. Lo dimostra una ricerca di Marianna Virtanen della University College di Londra, pubblicata sulla rivista PLoS ONE, secondo cui lavorare troppe ore raddoppia il rischio di andare incontro ad episodi depressivi. Le ore giuste sono 7, al massimo 8 al giorno. Emerge un legame chiaro tra superlavoro e depressione: chi lavora per 11 ... continua

STRESS E RISORSE

Lo stress non è una condizione nociva all’organismo. Siamo fatti per resistere, non per soccombere. E’ importante imparare ad interagire con l’ambiente in modo positivo e concreto. Il cervello è costituito da moduli superspecializzati in specifiche funzioni, l’interconnessione tra i quali consente lo sviluppo delle abilità della mente, nei suoi aspetti razionali ed emotivi. Una interazione positiva con l’ambiente presuppone:• la capacità di vivere bene ... continua

SCUOLA E BURNOUT

La difficoltà di adattarsi ai cambiamenti. In passato si era abituati a situazioni più tranquille, oggi è necessario essere capaci di cambiare, essere più flessibili nei riguardi del mondo che cambia, dovendo imparare a districarsi nelle regole del gioco del nuovo sistema. Al professionista di oggi la società richiede qualcosa in più rispetto al passato; lo chiede a volte senza dargli la possibilità di avere a disposizione gli strumenti idonei per potersi aggiornare e formare rispetto alle nuove necessità. Le nuove generazioni sono diverse in tutto ed hanno un linguaggio nuovo, al “passo” con i tempi ... continua

STRESS E BURNOUT

Burn-out: bruciarsi, esaurirsi, scoppiare, spegnersi. Quali segnali è necessario monitorare per individuare precocemente il logorio professionale? Di stress lavorativo può «ammalarsi» l’organizzazione in senso stretto o il singolo individuo. E’ necessario, quindi, monitorare il livello di stress nelle organizzazioni. Audit sistemico: individuare i punti di forza e di debolezza, valutare la storia dell’Azienda, osservare le situazioni presenti a tutti i livelli aziendali, Comprendere quali sono le potenzialità delle risorse umane, conoscere le azioni strategiche svolte fino a quel momento ... continua
Cambiare il proprio stile di vita vuol dire chiedersi cosa mi fa bene, cosa mi rende soddisfatto, significa avere a cuore la propria salute e il proprio benessere. Solo così si potrà essere più sensibili e affettuosi nei confronti degli altri”
Ferdinando Pellegrino psichiatra, psicoterapeuta, esperto in stress lavorativo
Perché un individuo è più forte, più dinamico e creativo rispetto a un altro pur avendo lo stesso quoziente intellettivo? Quali sono i fattori individuali che rendono una persona meno vulnerabile allo sviluppo di condizioni di disagio psichico?
Sergio A.
Come posso affrontare la mia difficoltà a prendere decisioni e a essere funzionale sul lavoro e in ogni contesto sociale? Come posso reagire nei momenti in cui non mi sento più all'altezza della situazione? Cosa posso fare per avere fiducia in me stesso?
Angela G.
Imparare ad affrontare i problemi con un atteggiamento positivo, di “resistenza”, anche se ciò comporta affanno e, talvolta, frustrazione e scoraggiamento
Ferdinando Pellegrino psichiatra, psicoterapeuta, esperto in stress lavorativo











essere innovativi, positivi, creativi

investire tempo nello studio per rafforzare le proprie conoscenze

imparare a dare il meglio di sé anche di fronte agli imprevisti






Zona Operativa

I nostri servizi vengono forniti su tutto il territorio nazionale.

Uteriori informazioni (articoli specialististici, libri, eventi, consigli) sono disponibili sul sito di Ferdinando Pellegrino - psichiatra, psicoterapeuta, docente, esperto in stress lavorativo, mobbing, burnout.

Contatti

Studio Pellegrino
Centro Studi Psicosoma

Via Palmiro Togliatti, 6/IV
Castel San Giorgio (SA)
tel. 081 000000
cel. 360 524930
Buonarroti Medical Center
Via Tiziano 11- Milano
tel. 02 48015347/55
info@stresslavorativo.it

come arrivare allo studio Ferdinando Pellegrino

Template Age Themes |Image by Freepik |Hosting by DataShack